Soste sulla via Francigena

red vino Selengaia

Passo dopo passo sulla strada del passato

Montalbano - 11 luglio 2016 - Terry Zanetti

 

 

 

 

 

La catena montuosa di Monte Albano, 16.000 ettari di solido macigno, accoglie le tre province di Pistoia, Prato, Firenze. Montalbano si dirama sull’Appennino Tosco-emiliano, immerso nel verde e nella natura, racchiude nel suo scrigno di pietra serena tesori dell’arte e della cultura medievale e rinascimentale. Luoghi fecondi di storia, di opere d’arte, ricchi di castelli, fortificazioni ancora rimaste,sono circondati da un panorama mozzafiato che mantiene caratteristiche e sembianze in grado di far scivolare il visitatore in un incantato passato. Emozionante pensare che un tempo la famiglia De’ Medici avesse in questo vasto territorio riserva di caccia.

 

 

 

panorama da agriturismo

panorama da agriturismo

 

 

 

 

Nelle grandi città come o piccolo comune in ogni borgo della Toscana, sono presenti testimonianze di un passato denso di potere e stimoli artistici incommensurabili. Tutto è da vedere, da assaporare: spazi, arte, cibo. Tanti sono i centri meritevoli di sosta, ecco alcune località da scoprire.

 

 

 

 

 

 

Veni, vidi, vici (venni, vidi e vinsi), la famosa frase attribuita a Gaio Giulio Cesare, il quale la pronunciò per descrivere la facilità di una vittoria, ben si potrà usare come riferimento al felice approdo a un angolo di perfezione che illuminerà lo sguardo e regalerà la conquista della bellezza di un territorio unico. Ecco Vinci, suggestivamente bella e antica oltre che famosa per aver dato i natali a un sublime talento del mondo, Leonardo Da Vinci il 15 aprile 1452.  Nella casa ora adibita a museo si può seguire in narrazione audiovisiva la storia della sua vita.  In rispetto alle sue invenzioni, ogni informazione è proposta e supportata dalle più avanzate tecnologie, come avviene con l’applicazione multimediale interattiva Leonardo Touch che presenta tutto il materiale artistico, pittorico e grafico del grande Leonardo, inoltrandosi in percorsi tematici in grado di interagire e scoprire ogni dettaglio.

 

 

 

 

Fondaccio dall'alto

Fondaccio dall’alto

 

 

 

 

Monsummano Terme: di grande interesse la visita alla casa museo appartenuta al poeta Giuseppe Giusti.  Da segnalare il Vino Bianco della Valdinievole DOC e i vini dei Colli dell’Etruria Centrale rosso, rosato e bianco.

 

Lamporecchio: visita alla Chiesa di Santo Stefano dove ammirare la pala in terracotta policroma invetriata attribuita a Giovanni della Robbia realizzata nel 1524. Da segnalare il vino bianco e rosso Poggio al Pino, Rosato, Templare e il Chianti.

 

Carmignano: Galleria Schema Polis per ammirare le opere del maestro Alberto Moretti.  Da provare il vino Carmignano DOCG (base Sangiovese), Il Chianti Montalbano DOCG, il Vin Santo di Carmignano.

 

Monte Lupo: per scoprire la bellezza delle ceramiche toscane, antica tradizione manifatturiera che trova in Bartolomeo di Giovanni d’Astore dei Sinibali, detto Baccio da Montelupo (1469-1523), uno fra i più importanti scultori del cinquecento italiano.

Da segnalare il vino Chianti DOCG dei Colli Fiorentini, il Vino rosso e bianco toscano IGT e il Vin Santo Stoiato.

 

Vinci: da segnalare Selengaia Chianti DOCG, Altrove Rosso IGT Toscano e Tinnari Bianco IGT.

 

 

 

 

panorama dall'agriturismo

panorama dall’agriturismo

 

 

Galleria immagini

Articoli correlati

“Forma”, compagno di…Vino Ah... il Parmigiano! Un formaggio che sulla tavola di noi emiliani non manca mai, talmente "radicato" nella nostra cultura gastronomica da cambiargli affettuosamente il nome, da Pa...
Chiarli e Tenuta Santa Croce Questa è una bella storia di imprenditoria familiare emiliana sviluppatasi a cavallo tra le province di Modena e Bologna e ci piace raccontarvela…C’era una volta Cleto Chiarli che ...
La Leggenda dei Frati Narra la leggenda che ad Abbadia Isola, in provincia di Siena in Toscana, una lontana notte di luglio, tre frati raccolsero i migliori germogli del loro orto ed i migliori frutti d...
Pasta, amore e fantasia: I Ristoranti stellati del... Gli odori, le botteghe, le bancarelle del pesce fresco vicino la costa, ogni dettaglio ricorda quanto la Campania sia legata all’arte culinaria, anche il vociare dei napoletani met...
Network
×