Russia 1917 – I cent’anni che hanno cambiato il mondo

Русские поэты (1024x324)

Poesia e musica si incontrano a Bologna per ricordare il centenario della Rivoluzione Russa

Bologna - 19 ottobre 2017 - redazione

1917-2017. Cento anni sono trascorsi dalla “Rivoluzione d’Ottobre”, uno degli eventi che più ha segnato il corso della storia in Russia generando una portata di valore artistico inestimabile.

Gruppo Unipol e Musica Insieme per questo hanno scelto questo momento storico così cruciale come tema centrale della rassegna che sarà presentata quest’anno all’Unipol Auditorium in quattro diverse date, perseguendo l’impegno divulgativo che ha visto nelle scorse edizioni protagonisti Baudelaire, Pasolini e Leopardi.

Russia 1917 – I cent’anni che hanno cambiato il mondo proporrà dunque un’antologia di liriche di quattro tra i poeti russi – Pasternak, Cvetaeva, Esenin e Majakovskij – che furono maggiormente coinvolti in questo evento di portata epocale. Le loro figure saranno tratteggiate attraverso le parole scritte proprio in quegli anni, cariche di speranza e delusione, piene di dolore, ma anche di vita e di musica. Per questo ai loro versi saranno affiancate le opere di compositori che vissero, proprio come loro, la drammaticità di questi eventi.

Le musiche saranno eseguite da Alexander Romanovsky che, dopo la vittoria al prestigioso Concorso “Busoni” nel 2001, ha dato vita a una brillante carriera internazionale che lo vede impegnato in recital e come ospite di orchestre che vanno dalla New York Philharmonic alla Filarmonica della Scala, dalla Chicago Symphony all’Orchestra Nazionale dell’Accademia di Santa Cecilia. Al suo fianco, la splendida voce di Olga Peretyatko-Mariotti, soprano fra i più applauditi e ricercati del momento, dal Metropolitan di New York all’Opéra di Parigi, al Mariinskij di San Pietroburgo, la violinista Alexandra Soumm, solista con le maggiori orchestre internazionali, dalla London Philharmonic alla Tokyo Metropolitan, alla Los Angeles Philharmonic, e Miriam Prandi, fra le più apprezzate violoncelliste italiane, perfezionatasi con Mario Brunello, Antonio Meneses e Natalia Gutman.

La lettura dei testi è affidata a Luigi Lo Cascio, fra gli attori italiani più apprezzati dalla critica e amati dal grande pubblico. Premiato con il David di Donatello per I cento passi di Marco Tullio Giordana, con il Nastro d’argento per La meglio gioventù, e con la Coppa Volpi al festival di Venezia per Luce dei miei occhi di Piccioni, ha ricevuto nel 2006-2007 il Premio UBU come migliore attore protagonista con Il silenzio dei comunisti.

 

 

CALENDARIO

 

Russia 1917

I cent’anni che hanno cambiato il mondo 

(Unipol Auditorium ore 21)

 

 

Martedì 7 novembre 2017

Boris Leonidovič Pasternak

LUIGI LO CASCIO letture

ALEXANDRA SOUMM violino

ALEXANDER ROMANOVSKY pianoforte

musiche di Prokof’ev, Pasternak, Skrjabin

 

Martedì 14 novembre 2017

Marina Ivanovna Cvetaeva

LUIGI LO CASCIO letture

ALEXANDER ROMANOVSKY pianoforte

musiche di Rachmaninov

 

Mercoledì 6 dicembre 2017

Sergej Alexandroivič  Esenin

LUIGI LO CASCIO letture

OLGA PERETYATKO-MARIOTTI soprano

ALEXANDER ROMANOVSKY pianoforte

musiche di Rachmaninov, Sviridov, Čajkovskij

 

Mercoledì 13 dicembre 2017

Vladimir Vladimirovič  Majakovskij

LUIGI LO CASCIO letture

MIRIAM PRANDI violoncello

ALEXANDER ROMANOVSKY pianoforte

musiche di Šostakovič, Ščedrin

 

 

 Russia 1917 – I cent’anni che hanno cambiato il mondo

7, 14 novembre – 6, 13 dicembre

Unipol Auditorium 

Via Stalingrado, 37 Bologna

Ingresso gratuito

musicainsiemebologna.it

Galleria immagini

Articoli correlati

Il Faust russo Alexander, lei ha suonato a Bologna numerosissime volte, che impressione le dà questa città?Sono sempre contento di tornare in questa città, la considero mia, visto che ho vissuto ...
Partner
×