Piazza dei Cavalieri

Riccardo Cortopassi

Pisa - 17 dicembre 2013 - Karina Mamalygo

In passato la Piazza dei Cavalieri rappresentava il centro politico della città. Durante l’epoca romana era presente il foro, nel medioevo la piazza, chiamata Piazza delle Sette Strade, era il luogo dove si trovavano gli edifici del governo e del Palazzo degli Anziani. La parte sud era occupata dalla residenza del podestà, dal tribunale e da altri uffici pubblici. Proprio qui, nel 1406 l’ambasciatore fiorentino dichiarò decaduta la Repubblica Pisana.

 

Palazzo dei Cavalieri - Lucarelli

Palazzo dei Cavalieri – Lucarelli

 

Nel 1561 il Granduca di Toscana, Cosimo I de’ Medici creò l’Ordine dei Cavalieri di Santo Stefano Papa e Martire, e diede così un nuovo nome all’antica piazza. Nel 1558 Giorgio Vasari, il famoso architetto del Granduca, ricostruì la piazza in stile rinascimentale. Al posto dell’antica chiesa di San Sebastiano alle Fabbriche Maggiori ne progettò una nuova, chiamata chiesa di Santo Stefano dei Cavalieri, che ricorda un prezioso scrigno portagioie. La facciata della chiesa è decorata con gli stemmi dell’Ordine, croci maltesi, e all’interno sono appese le bandiere turche, che i cavalieri dell’Ordine presero durante la battaglia di Lepanto, nel 1571.

 

Palazzo dell'Orologio - Andrea Nardi

Palazzo dell’Orologio – Andrea Nardi

 

Tra il 1562 e il 1564 Vasari ristrutturò completamente quello che era il Palazzo degli Anziani, fu trasformato nel Palazzo della Сarovana, diventando l’elemento architettonico dominante della piazza. La splendida facciata del palazzo, dipinta dal Vasari stesso, è stata decorata con figure allegoriche e i segni dello zodiaco, eseguiti con la tecnica dello sgraffito. Le nicchie con i busti dei Granduchi di Toscana furono scolpiti invece da Tommaso Battista del Verrocchio e Alessandro Forzori. Sulla facciata è rappresentato anche lo stemma dei Medici e davanti al palazzo fu eretta, nel 1596, una grande statua di marmo raffigurante Cosimo I de’ Medici, secondo il progetto di Pietro Francavilla.

 

Scuola Superiore Normale di Pisa

Scuola Superiore Normale di Pisa

 

Nel nuovo palazzo fu posta la sede dell’Ordine. Ora qui si trova l’istituto più prestigioso d’Italia, la Scuola Normale Superiore di Pisa, fondata da Napoleone nel 1810 come filiale della Scuola Normale Superiore di Parigi. Hanno solcato i portoni della Scuola molte persone in seguito divenute famose, come Enrico Fermi e Giosuè Carducci. La maggior parte degli edifici della piazza apparteneva all’Ordine dei Cavalieri: il Palazzo dell’Orologio, il Palazzo del Collegio Puteano, il Palazzo del Consiglio dei Dodici e la Canonica. La Torre della Muda, ora inclusa nel corpo del Palazzo dell’Orologio, nel medioevo fu la prigione del conte Ugolino della Gherardesca.

 

Mappa

Articoli correlati

Museo Nazionale di San Matteo La scuola pisana d’architettura e pittura è molto particolare, con caratteristiche uniche. Una volta passato il Lungarno, fermatevi e ammirate il bellissimo complesso del monastero...
Palazzo dei Diamanti Prendendo a modello il ben più noto Palazzo dei Diamanti di Ferrara, costruito tra il 1493 e il 1503 per il duca Sigismondo d’Este, secondo il progetto dell’architetto Biagio Rosse...
Biblioteca Mozzi Borgetti La Biblioteca Mozzi Borgetti, sorta nel 1773 nella soppressa sede del Collegio dei Gesuiti, ereditandone la biblioteca, nel corso dei suoi oltre duecento anni di attività ha aggiun...
Palazzo Buonaccorsi L'incantevole Palazzo Buonaccorsi, sito nel centro storico di Macerata, fu eretto secondo il volere della famiglia Buonaccorsi, che conseguì il patriziato cittadino nel 1652; il pr...
Network
×