Palazzo dei Diamanti

Palazzo dei Diamanti

Macerata - 19 settembre 2016 - Karina Mamalygo

Prendendo a modello il ben più noto Palazzo dei Diamanti di Ferrara, costruito tra il 1493 e il 1503 per il duca Sigismondo d’Este, secondo il progetto dell’architetto Biagio Rossetti, quasi 30 anni dopo (nel 1535 circa), a Macerata, fu eretto un edificio dalla struttura simile come dimora della ricca famiglia Mozzi.  Il Rinascimento aveva creato l’idea della sfida tra uomo e Dio, la versione  terrena di questa idea portava alla rivalità tra antica aristocrazia e i nuovi ricchi. 

palazzo_diamanti2

Il progetto del nuovo Palazzo dei Diamanti fu elaborato dall’architetto Giuliano Torelli. L’architetto dovette adattare, facendo il possibile, la nuova struttura agli edifici già esistenti. Per esempio: ai lati del basamento furono inserite due colonne corinzie probabilmente provenienti dalle rovine dell’antica Helvia Recina.

Come a Ferrara, il nome del palazzo deriva dalla decorazione della facciata esterna col “bugnato” a forma di punte di diamante. La tecnica del “bugnato” per la facciata degli edifici, era famosa e usata già nel periodo romano e serviva per l’isolamento dei piani inferiori contro i rumori e la polvere delle strade della città; durante il Rinascimento però, questo stile prese un significato puramente estetico.

Articoli correlati

Biblioteca Mozzi Borgetti La Biblioteca Mozzi Borgetti, sorta nel 1773 nella soppressa sede del Collegio dei Gesuiti, ereditandone la biblioteca, nel corso dei suoi oltre duecento anni di attività ha aggiun...
Palazzo Buonaccorsi L'incantevole Palazzo Buonaccorsi, sito nel centro storico di Macerata, fu eretto secondo il volere della famiglia Buonaccorsi, che conseguì il patriziato cittadino nel 1652; il pr...
Area Archeologica Helvia Recina Per tornare alle origini storiche di Macerata, dovrete andare a 5 km verso nord-ovest, nella zona di Villa Potenza e ai vostri occhi appariranno le rovine della cittadina romana He...
Arena Sferisterio    La parola italiana sferisterio deriva dal latino sphaeristerium e dal greco σφαιριστήριον. Così venivano chiamate gli ambienti adibiti a vari giochi con la palla....
Network
×