Palazzo Buonaccorsi

rid-sale-arte-moderna-palazzo-buonaccorsi3

Pinacoteca Comunale e Museo delle Carrozze

Macerata - 19 settembre 2016 - Karina Mamalygo

L’incantevole Palazzo Buonaccorsi, sito nel centro storico di Macerata, fu eretto secondo il volere della famiglia Buonaccorsi, che conseguì il patriziato cittadino nel 1652; il progetto fu ad opera dell’architetto romano Giovan Battista Contini e nel 1718, l’architetto Ludovico Gregorini aggiunse il cortile con il giardinetto all’italiana, con vasi decorativi e statue di Ercole vincitore ad opera dello scultore padovano Giovanni Bonazza. Gli interni del palazzo colpiscono per il loro lusso, per i colori tenui e allo stesso tempo intensi delle pitture in stile barocco e rococò. La volta della “Galleria dell’Eneide” è dipinta con una scena delle nozze di Bacco e Arianna, mentre le pareti sono ricoperte da affreschi e da tele sulla vita di Enea. I soffitti del palazzo sono a cassettoni decorati con colori sgargianti e ori. Di recente, l’interno del palazzo ospita due collezioni d’arte pittorica: una di arte antica e l’altra di arte moderna, qui collocate dopo i restauri del palazzo avvenuti nel 2008. Inoltre è visitabile il Museo delle Carrozze, che include due parti, una descrittiva ed una interattiva e che fu nuovamente inaugurato nel 2009.

 

Sala Eneide

Sala Eneide

 

 

 

 

In un primo momento le raccolte erano collocate nelle sale della Biblioteca Mozzi-Borgetti; il nucleo principale della raccolta d’arte antica è composto da due collezioni private del XIX secolo, quelle di Tommaso Maria Borgetti e di Antonio Bonfigli. Dal 1937 le tele dei maestri italiani Carlo Crivelli, Gianbattista Salvi, Carlo Dolci, Michele Rocca detto il Parmigiano ed altri sono state esposte al pubblico; sono presenti anche opere delle scuole di pittura fiamminga, italiana, napoletana e veneta.

 

 

Al momento la collezione d’arte antica del palazzo Buonaccorsi è ancora in fase di allestimento ed è in corso un lavoro di studio e di catalogazione del suo patrimonio artistico. Riguardo alla collezione d’arte moderna, negli interni del palazzo è esposto tutto lo spettro delle correnti stilistiche del Novecento: futurismo, avanguardia, astrattismo ed altri. Il Futurismo è rappresentato dalle opere degli artisti del Gruppo Boccioni: Sante e Mario Monachesi, Bruno Tano, Rolando Bravi, Mario Buldorini. Lo stile più interessante dell’arte contemporanea esposto nel Museo è il neorealismo presentato con tele dei pittori Michelangelo Conte e Bruno Conte, Bruno Donzelli, Emilio Vedova, Claudio D’Angelo, Elio Marchegiani, Bice Lazzari, Wladimiro Tulli e molti altri.

Galleria immagini

Articoli correlati

La Chiesa di San Colombano È difficile immaginare un altro posto a Bologna, dove la storia e la religione, la cultura e l'arte sono intrecciate così strettamente come nell'ex-Complesso Monastico che include ...
Palazzo dei Diamanti Prendendo a modello il ben più noto Palazzo dei Diamanti di Ferrara, costruito tra il 1493 e il 1503 per il duca Sigismondo d’Este, secondo il progetto dell’architetto Biagio Rosse...
Biblioteca Mozzi Borgetti La Biblioteca Mozzi Borgetti, sorta nel 1773 nella soppressa sede del Collegio dei Gesuiti, ereditandone la biblioteca, nel corso dei suoi oltre duecento anni di attività ha aggiun...
Area Archeologica Helvia Recina Per tornare alle origini storiche di Macerata, dovrete andare a 5 km verso nord-ovest, nella zona di Villa Potenza e ai vostri occhi appariranno le rovine della cittadina romana He...
Network
×