Il Borgo degli artisti

IMG_3405 ok

Montefiore dell’Aso è stato ribattezzato negli anni Il Borgo degli artisti per l’alto numero di opere d’arte di valore

Cesena - 1 giugno 2016 - Chiara Giacobelli

torre civica 4 febbr. 2011 014 - Copia

Montefiore dell’Aso

C’è un angolo delle Marche che da qualche tempo a questa parte è diventato la meta privilegiata di americani, russi, olandesi e nord-europei. Sempre più stranieri vi acquistano case vacanza o avviano strutture commerciali alternative, dove il contatto con la natura, con l’incantevole paesaggio circostante, con l’arte e con le esperienze sensoriali date dal buon vino e dall’ottimo cibo rendono il tutto tanto piacevole quanto rilassante, al di fuori di ogni stress.

 

 

 

 

 

Montefiore dell’Aso, inserito tra i Borghi più belli d’Italia, è la nuova meta di punta del turismo non tradizionale, che sia per qualche mese di riposo e tranquillità oppure per la voglia di ricarvarsi un proprio posticino in cui tornare quando si vuole scappare dal tran tran quotidiano. Si trova in provincia di Ascoli Piceno, a cavallo tra mare e montagna ma in una posizione privilegiata, su uno sperone che divide le due valli dell’Aso e del Menocchia; è stato ribattezzato negli anni Il Borgo dei Pittori per l’alto numero di opere d’arte di valore firmate da autori quali Adolfo De Carolis, Carlo Crivelli, il Maestro di Offida, Domenico Cantatore, Giancarlo Basile e molti altri.

 

DSC00008

Mntefiore dell’Aso

 

 

 

 

 

 

Di rilevanza nazionale è il suo Polo Museale di San Francesco, che racchiude la maggior parte dei capolavori, anche se diversi affreschi e quadri sono dislocati all’interno delle tante chiese che sorgono l’una accanto all’altra nel giro di pochi chilometri, dando vita a un immaginario itinerario artistico di estremo interesse.

 

IMG_3462 ok

Luxury Boutique Hotel Magnolia

 

Qui, nel contesto di un paesaggio verde, giallo, marrone o arancione, a seconda delle stagioni, si trova una delle prime realtà di turismo integrato al territorio a conduzione familiare che ha dato avvio a quel continuo via vai di stranieri, innamorati di questi luoghi. Il Luxury Boutique Hotel Magnolia è una struttura in stile antico con arredamento moderno curata nei dettagli e pensata per non disturbare il meraviglioso ambiente circostante, cercando al contrario di farne parte con raffinatezza, eleganza e rispetto.

 

 

Chef, Alessandro Pantalei

Chef, Alessandro Pantalei

La struttura è gestita dalla famiglia Razzano e offre ai propri ospiti una splendida piscina sulla vista delle colline marchigiane. Il Luxury Boutique Hotel Magnolia si è anche dotato di un giovane Chef, Alessandro Pantalei, che punta la qualità della sua cucina sui prodotti del posto, la genuinità e un tocco di creatività. In effetti il Magnolia è stato l’apripista di un turismo che anno dopo anno è cresciuto in maniera esponenziale e oggi ha inglobato anche l’italiano stesso, magari per un weekend fuori porta, nonostante la zona venga ancora considerata il paradiso dei russi, degli americani e dei nord-europei.

 

Articoli correlati

Verona tra i secoli La meravigliosa Verona antica si trova sull'ansa del fiume Adige. Ma è possibile trovare un posto migliore per la fondazione di una città? Sembra che i paesaggi cittadini fossero c...
Sorrento Gialla come i suoi limoni e come il sole che la bacia durante tutto l'anno. Le mura cinquecentesche cingono questo gioiello di cittadina che affaccia sul mare, meta di un turismo d...
Positano Tra le mete turistiche italiane più in, Positano si trova nel cuore della Costiera Amalfitana, tra il verde della rigogliosa Campania e l'azzurro del mar Tirreno.
Palazzo dei Diamanti Prendendo a modello il ben più noto Palazzo dei Diamanti di Ferrara, costruito tra il 1493 e il 1503 per il duca Sigismondo d’Este, secondo il progetto dell’architetto Biagio Rosse...
Network
×