Biblioteca Mozzi Borgetti

Biblioteca Mozzi Borgetti

Macerata - 19 settembre 2016 - Karina Mamalygo

La Biblioteca Mozzi Borgetti, sorta nel 1773 nella soppressa sede del Collegio dei Gesuiti, ereditandone la biblioteca, nel corso dei suoi oltre duecento anni di attività ha aggiunto molti altri fondi bibliotecari. L’edificio costruito nell’area precedentemente occupata dall’Ospizio dei Cavalieri Ospitalieri, venne variato numerose volte fino agli ultimi decenni del XVII secolo. Le nuove decorazioni e pitture del palazzo furono opera degli artisti Maceratesi Serafino Scarponi e Costanzo Alberti, che aggiunsero sulle pareti di una delle sale i ritratti degli imperatori romani inseriti in medaglioni.
Per la Galleria trasversa, oggi denominata degli Specchi, Domenico Marzapani e Domenico Cervini idearono una serie di grottesche di matrice raffaellesca e stilemi pompeiani con ritratti di filosofi e di scienziati illustri. I dipinti dei soffitti furono realizzati dal pittore, sempre di Macerata,Vincenzo Martini.

Biblioteca Mozzi Borgetti

Biblioteca Mozzi Borgetti

 

 

 

 

 

 

 

Tutt’oggi è una delle maggiori biblioteche delle Marche e contiene circa 350.000 volumi. Oltre ai 10.000 manoscritti, sono presenti 300 incunaboli ed oltre 4000 edizioni del XVI secolo. La Biblioteca ha inoltre una raccolta musicale e teatrale, una collezione risorgimentale e una ricca fototeca con oltre 20.000 immagini. Tutti i fondi antichi sono catalogati.

Galleria immagini

Articoli correlati

Palazzo dei Diamanti Prendendo a modello il ben più noto Palazzo dei Diamanti di Ferrara, costruito tra il 1493 e il 1503 per il duca Sigismondo d’Este, secondo il progetto dell’architetto Biagio Rosse...
Palazzo Buonaccorsi L'incantevole Palazzo Buonaccorsi, sito nel centro storico di Macerata, fu eretto secondo il volere della famiglia Buonaccorsi, che conseguì il patriziato cittadino nel 1652; il pr...
Area Archeologica Helvia Recina Per tornare alle origini storiche di Macerata, dovrete andare a 5 km verso nord-ovest, nella zona di Villa Potenza e ai vostri occhi appariranno le rovine della cittadina romana He...
Arena Sferisterio    La parola italiana sferisterio deriva dal latino sphaeristerium e dal greco σφαιριστήριον. Così venivano chiamate gli ambienti adibiti a vari giochi con la palla....
Network
×