Basilica di San Frediano

San Frediano 1 rid

Lucca - 26 gennaio 2016 - Karina Mamalygo

Il punto di partenza delle processioni che si svolgono a Lucca due volte l’anno è la Basilica di San Frediano. La processione che inizia la notte tra il 13 e il 14 settembre si chiama Luminara, i partecipanti attraversano la città, con tutte le luci accese, portando nelle mani candele e cantando gli inni dedicati all’Esaltazione della Croce. Questa processione è ricordata nei documenti lucchesi sin dal 1180, e simbolizza il miracoloso spostamento del Volto Santo dalla chiesa di San Frediano al Duomo. É uno spettacolo meraviglioso, partecipano tutti i cittadini e quando la “testa” della processione entra nel Duomo, la “coda” e ancora ferma alla basilica di San Frediano.

La facciata della basilica di San Frediano alla luce del giorno mostra una scena dell’Ascensione di Cristo: due angeli portano al cielo il Salvatore e da sotto gli apostoli colpiti dal miracolo guardano la scena divisi in due gruppi, guidati da San Pietro e San Paolo. La figura centrale della Madonna tra gli apostoli non si è conservata perché dov’era è stata aperta una finestra. La costruzione della chiesa iniziò nel 1112, prendendo il posto della basilica più antica dedicata ai tre santi Vincenzo, Stefano e Laurenzio. In passato vi era anche una cripta, ora scomparsa, che conservava le reliquie di San Frediano, arcivescovo di Lucca tra il 566 e il 580. La nuova chiesa di San Frediano fu consacrata nel 1147, ma la parte superiore della facciata col mosaico dell’Assunzione risale al XIII sec.

 

 

San Frediano 2 rid

©Apt Lucca

 

 

La pianta della chiesa ricorda quelle delle basiliche bizantine di Ravenna, a tre navate e una grande abside, ma senza il transetto. L’interno della chiesa è in stile lucchese, anteriore all’influenza architettonica pisana. Un attenzione particolare deve essere data agli affreschi della Capella della Croce, dell’artista bolognese Amico Aspertini, tra le sue numerose opere dobbiamo citare la Divisione del fiume Serchio da parte di San Frediano, la Natività, il Trasferimento del Volto Santo a Lucca e la Deposizione dalla Croce.
Matteo Civitale ha creato le bellissime sculture degli arcivescovi San Frediano, Sant’Agostino e San Giovanni. Tra i capolavori che decorano l’interno della chiesa va nominato l’altare scolpito in marmo che rappresenta la Madonna col Bambino, San Laurenzio, San Girolamo e San Frediano, eseguito nel 1422 dal maestro Jacopo della Quercia. La particolare reliquia conservata nella basilica è il corpo di Santa Zita, morta nel 1278, ma che già nella “Divina Commedia “Dante la nomina come santa, molto prima della canonizzazione ufficiale.

 

Mappa

Articoli correlati

Palazzo dei Diamanti Prendendo a modello il ben più noto Palazzo dei Diamanti di Ferrara, costruito tra il 1493 e il 1503 per il duca Sigismondo d’Este, secondo il progetto dell’architetto Biagio Rosse...
Palazzo Buonaccorsi L'incantevole Palazzo Buonaccorsi, sito nel centro storico di Macerata, fu eretto secondo il volere della famiglia Buonaccorsi, che conseguì il patriziato cittadino nel 1652; il pr...
Area Archeologica Helvia Recina Per tornare alle origini storiche di Macerata, dovrete andare a 5 km verso nord-ovest, nella zona di Villa Potenza e ai vostri occhi appariranno le rovine della cittadina romana He...
Il Liberty della Versilia     La Versilia, prestigiosa località balneare della Toscana, intorno ai primi anni del '900 vede mutare la sua forma architettonica e incontra lo stile Liberty...
Network
×